Saro – “Io dell’amore non so nulla” / Saro – “I don’t know anything about love”

in fase di sviluppo / in development

Schermata 2015-05-12 a 00.30.30

LOGLINE

 “Un, ancora adolescente, apprendista pescatore viene educato all’amore e alla vita in mare, diventerà uomo.”

 SINOSSI

Il tredicenne Saro, passa le giornate sulla barca dei cacciatori di pescespada, un microcosmo di soli uomini e unica fonte di sostentamento per la piccola comunità di pescatori. Accade qualcosa di particolare in quelle acque del sud Italia che separano la Sicilia dalla Calabria: i pesci in amore le percorrono per migrare verso nord, ma proprio in questo periodo vengono catturati perché facili prede. I cacciatori lo sanno, bisogna catturare prima la femmina per assicurarsi anche il maschio, che folle d’amore ruota attorno alla barca per seguire le sorti dell’amata. Questo è ciò che insegna il mare e di conseguenza regola di vita.

Saro, schivo e solitario, tanto da essere infastidito da qualsiasi contatto fisico, vuole combattere le sue paure e diventare un cacciatore come Enzo, un uomo dal bell’aspetto, virile, impavido e…misogino, l’opposto del padre del ragazzo, Carmelo, un uomo emotivamente fragile che dopo la perdita della moglie si è rinchiuso nella camera da letto dalla quale non esce mai, lasciando Saro senza una figura paterna. Sopportare il cameratismo dei pescatori non è semplice per Saro. Gli altri lo prendono spesso di mira e gli rendono le giornate pesanti e difficili. Per sfuggire alla solitudine, alla violenza della caccia, durante le notti dà vita ad un mondo fatto di ombre che conserva ancora qualcosa di fiabesco. I giganti neri, riflessi sulle pareti della stanza, lo trasformano in adulto, che si allena imitando i movimenti di Enzo. Le sue certezze iniziano a vacillare quando incontra Marina, una ragazza poco più grande di lui che lotta in una dimensione maschilista per preservare la propria femminilità. Di nascosto l’ombra della mano di Saro accarezza il corpo nudo della ragazza che, curiosa delle mutazioni adolescenziali, si osserva allo specchio. Per Saro è la scoperta di un nuovo sentimento, fatto di tenerezza e di poesia, che lo porterà sempre più in contrasto con il mondo rude della barca dei cacciatori e a ridimensionare la figura misogina di Enzo. Anche Carmelo, smosso dai cambiamenti di Saro, esce dalla stanza/prigione e finalmente il rapporto tra i due prende forma. La comunità, però, inizia a mormorare e si solleva contro la giovane coppia di innamorati; Enzo vede in Saro un futuro ottimo cacciatore e l’avvicinamento del ragazzo a Marina è sintomo di debolezza e pericolo, ad esserne preoccupato è l’intero gruppo di pescatori che vede nella caccia l’unica ricchezza. La forza dell’amore però, irrompe inarrestabile nella vita di Saro, facendolo trasformare da adolescente a uomo, capace al contempo sia di essere forte che di amare, e facendolo somigliare sempre di più a quei maschi di pescispada che guizzano sotto la superficie delle acque per difendere ad ogni costo la propria amata.

 

LOGLINE

 “A teenager , fisherman apprentice learns about love and life at sea, he will become a man”

 SYNOPSIS

Thirteen year old Saro spends his days on a swordfish catchers’ boat. This is a microcosm of only men and fishing is the only sustenance of their community. Something extraordinary happens in those waters of southern Italy that divide Sicily from Calabria: the fish in the breeding season swim in those waters towards the North, but at this time of year they are caught as they become easy prey. The fishermen know that they have to catch the female first as the male will swim around the boat, madly in love, to follow his beloved’s destiny. This is what the sea teaches, so it is a rule of life. Saro, bashful and a loner , annoyed by any kind of physical contact, wants to overcome his fears and become like Enzo, a handsome, brave and sexist man. Enzo is exactly the opposite of the boy’s father Carmelo, a fragile man, who, after his wife’s death has locked himself in his bedroom leaving Saro to fend for himself. Putting up with the fishermen’s cameraderie is not easy for Saro as they all pick on him and make things difficult for him. To get away from the violence of fishing and solItude he creates a world of his own, a magical world of shadows. Black giants appear on the wall and turn him into a man as he enacts Enzo’s moves. Saro begins to feel insecure when he meets Marina, a slightly older girl who struggles to preserve her own femininity in this sexist reality. The shadow of Saro’s hand surreptitiously caresses the girl, who is examining the changes of her young body in the mirror. Saro discovers a new feeling , tender and poetic, which will lead him to combat the harsh world of the fishermen and to reestablish the misogenous character of Enzo. Carmelo too, noticing the changes in Saro, reemerges from the prison of his room and their relationship again starts to develop. The village starts to gossip and grumble about the young couple. Enzo, seeing Saro as an excellent fisherman in the making, thinks his attraction to Marina is a dangerous weakness and the whole group of fishermen are worried for the future of their fishing. The power of love however bursts into Saro’s life, turning him into a man, capable of being both strong and loving, just like the male swordfish glistening beneath the waters defending their beloved.